che cos è la ventilazione polmonare

Come funziona la ventilazione polmonare

che cos è la ventilazione polmonare

Le persone che soffrono di patologie o disfunzioni polmonari sono molte; per aiutarle a stare meglio, un metodo efficace è rappresentato dalla ventilazione polmonare, che può essere svolta anche a domicilio avvalendosi di specifici apparecchi per la ventilazione meccanica.

COS’È LA VENTILAZIONE POLMONARE

La ventilazione polmonare è un tipo di ventilazione meccanica che serve a offrire un supporto alla respirazione e viene prescritta dai medici ai pazienti che non sono in grado di respirare autonomamente. La ventilazione polmonare si effettua attraverso un apposito dispositivo, il ventilatore meccanico, che simula il movimento dei muscoli respiratori intercostali e del diaframma. 

La ventilazione polmonare viene eseguita sia nei pazienti in terapia intensiva che non possono respirare da soli per diversi motivi (anche, per esempio, a seguito di un trauma), sia nei pazienti che soffrono di particolari patologie respiratorie, quali apnee ostruttive del sonno, asma o malattie neurologiche come la distrofia muscolare.

I BENEFICI DELLA VENTILAZIONE POLMONARE

Il principale vantaggio della ventilazione polmonare consiste nel migliorare la qualità della vita dei pazienti che non respirano in autonomia, consentendo – seppur artificialmente – di riprodurre il naturale processo di respirazione

Ricorrere alla ventilazione meccanica, in abbinamento a specifiche terapie prescritte dai medici, può salvare la vita a molte persone. Questa tecnica, infatti, fornisce al paziente l’ossigeno necessario non solo per respirare, ma anche per garantire il corretto funzionamento di diversi organi, tra cui cuore, fegato e cervello. Tra i benefici della ventilazione polmonare non bisogna poi dimenticare il fatto che si tratta di un ausilio terapeutico che non interagisce in alcun modo con altri farmaci e sostanze previste nell’ambito del percorso di cura del paziente. 

La ventilazione polmonare, infine, non è sempre permanente, ma può essere introdotta solo finché non si attesta un miglioramento delle condizioni del paziente, tra cui innanzitutto il ripristino della capacità di respirare autonomamente. 

VENTILATORI POLMONARI DOMICILIARI

Esistono due tipi di ventilazione polmonare: a pressione negativa e a pressione positiva. Quest’ultima tipologia è quella più diffusa negli ultimi anni e può essere eseguita anche a domicilio acquistando gli idonei apparecchi. Si tratta di apparecchiature elettromedicali che erogano un flusso d’aria regolabile in base all’esigenza del paziente, attraverso una maschera da appoggiare al viso oppure tramite tracheotomia.