News

In questa sezione informiamo i nostri lettori, raccontiamo loro interessanti curiosità e condividiamo le novità che riguardano la nostra azienda.

Apnee notturne: a chi rivolgersi

apnee notturne a chi rivolgersi

La Sindrome delle Apnee Ostruttive nel Sonno (OSAS, dall’inglese Obstructive Sleep Apnea Syndrome) è una patologia da non sottovalutare, non solo perché può compromettere la qualità del sonno notturno, ma perché può anche avere ripercussioni negative sulla vita di tutti i giorni

A chi rivolgersi, però, per trattare questa patologia? 

A chi rivolgersi se si soffre di apnee notturne 

Ricevere una diagnosi di apnea notturna è importante: spesso, purtroppo, fino all’80% di OSAS non viene diagnosticata. Se un paziente avverte dei sintomi compatibili con questa patologia può chiedere al proprio medico curante di rivolgersi a uno dei Centri di Medicina del Sonno del proprio territorio o a strutture che erogano i servizi necessari. 

MedicAir Healthcare è un punto di riferimento per ottenere delle cure adeguate se si soffre di OSAS e, per diagnosticare al meglio questo disturbo, si avvale di un’equipe di medici molto diversificata, composta da infermieri, tecnici della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare, fisioterapisti respiratori, neurologi, tecnici di neurofisiopatologia, cardiochirurghi, pneumologi, otorinolaringoiatri, cardiologi e dietisti (l’obesità, infatti, è uno dei fattori di rischio per le OSAS). 

Il primo esame diagnostico a cui verrà sottoposto il paziente sarà la poligrafia o MCR (Monitoraggio Cardio-Respiratorio): durante questo esame si prende in considerazione un’intera notte di sonno e vengono registrati alcuni parametri fisiologici fondamentali (saturazione, russamento, flusso respiratorio, movimento toracico e addominale). Se il paziente risulterà affetto da OSAS, verrà preso in cura a 360 gradi dall’equipe medica di MedicAir Healthcare

Complicanze delle apnee notturne 

Le apnee notturne sono un disturbo spesso difficile da diagnosticare perché gli si dà raramente il giusto peso, anche se ha un primo grande impatto sul sistema cardiovascolare di chi ne è affetto e può causare anche altre conseguenze debilitanti, poiché: 

  • chi soffre di OSAS non riesce a riposare bene durante la notte, è possibile che durante il giorno venga assalito da colpi improvvisi di sonno, pericolosi – ad esempio – durante la guida;

  • le apnee notturne e il mancato riposo possono portare a sbalzi di umore, frequenti mal di testa, stanchezza e persino mancanza di concentrazione. 

Hai questi sintomi? Non aspettare: parlane subito con il tuo medico!

Condividi
Tabella di conversione gas criogenici liquefatti

Seleziona il GAS, inserisci il valore, confermalo con invio e otterrai la conversione

O2 - Ossigeno
Sezione riservata agli operatori

Questa sezione del sito MedicAir è riservata ai soli operatori sanitari. I contenuti sono da considerarsi di natura puramente informativa e non pubblicitaria. Proseguendo, si dichiara di essere in possesso dei requisiti per la consultazione di informazioni tecniche, secondo le normative vigenti (Ministero della Salute, Linee Guida del 20 dicembre 2017).