40 cartelli per informare, 40 km per comunicare

La manutenzione della pista ciclopedonale a cura di MedicAir e Naturcoop prosegue con l’installazione di 40 cartelli posizionati sul percorso del lungolago per 40 km. I cartelli, messi a distanza di un km l’uno dall’altro, diventano un’opportunità semplice ma anche molto diretta per veicolare due messaggi importanti: quello della tutela del territorio e dell’ambiente e quello dell’inserimento delle persone più fragili nel mondo del lavoro.

SENSIBILIZZARE PEDONI E RUNNER

Oggi passeggiare lungo il lago, sulla pista varesina di 28 km e su quella di Comabbio lunga 12 km, consente di notare visibilmente i progressi della bonifica effettuata durante questo primo anno di lavoro e leggere, grazie ai nuovi pannelli sponsorizzati da MedicAir, pillole motivazionali che incentivano pedoni, runner e ciclisti a mantenersi in forma e a prendersi cura di sé. 

LAVORARE INTEGRANDO I PIÙ FRAGILI

In un periodo storico particolare, come quello che stiamo vivendo, essere in difficoltà è un fattore comune a tante categorie lavorative. Ma i più svantaggiati hanno bisogno di essere reinseriti nel mondo del lavoro per non restare definitivamente tagliati fuori. Il progetto di manutenzione della ciclopedonale varesina ha tra gli obiettivi sociali proprio l’inserimento delle persone più a rischio lavorativo: finora sono già quattro i diversamente abili che sono stati inseriti nell’opera di riqualificazione e MedicAir garantisce supporto ai nuovi contratti di assunzione attivandosi per creare nuove opportunità di lavoro.

TUTTI PIÙ ATTENTI

Il primo anno di manutenzione che vede unite la Provincia di Varese e la partnership tra MedicAir Group e la cooperativa Naturcoop ha fatto registrare un miglioramento anche nell’atteggiamento dei residenti e dei turisti. Pedoni, runner e ciclisti rispettano molto di più la zona dall’inizio della manutenzione, tanto che gli addetti ai lavori segnalano una netta diminuzione di sacchetti e rifiuti abbandonati.