panchine pioppo MedicAir

MedicAir, Naturcoop e la manutenzione sostenibile: il pioppo diventa panchina

pioppo panchine MedicAir

L’anno scorso, forti raffiche di vento avevano abbattuto un grosso pioppo nell’anello intorno al lago di Varese e Comabbio, nei pressi della rotonda di Capolago. Ora il tronco è stato trasformato in cinque panchine intagliate nel legno, collocate in diversi punti della pista ciclopedonale.

Si era infatti deciso di non rimuovere il lungo tronco di 15 metri di lunghezza, ma di riciclarlo procedendo con l’intaglio. A capo dell’iniziativa, dal 2019 al 2022, MedicAir insieme alla cooperativa sociale Naturcoop, con l’obiettivo di massima salvaguardia della natura boschiva, mantenendo la pulizia e, soprattutto, l’agibilità del tragitto senza sacrificare il verde e la presenza della natura.

Detto fatto, quindi: nonostante le restrizioni da Covid-19 abbiano rallentato i lavori, il progetto di riutilizzo del pioppo è ora giunto alla fase conclusiva. Inoltre, il tronco è stato riutilizzato nella sua totalità: oltre alle panchine intagliate, sono state create panchine rudimentali con le parti di pioppo tagliate e ripulite dai rami. Pertanto, non solo consentiranno una sosta ai tanti frequentatori della pista, ma lo faranno in perfetto equilibrio con la natura. La filosofia della cooperativa è infatti valorizzare lo spazio verde, tutelando le caratteristiche naturali del luogo.

Nel giro di manutenzione, le terremo sgombre dalla vegetazione” ricordano poi i volontari di Naturcoop. La cura del verde rientra infatti nelle attività gestionali affidate alla cooperativa, una squadra composta da giardinieri che includono anche persone con disabilità, per consentirne l’inserimento sociale e lavorativo. Non è raro poi che i volontari, nelle loro attività di salvaguardia, si occupino anche di indirizzare i passanti verso pratiche ecologiche. In circolazione su monopattini elettrici, esortano infatti cittadini e turisti a smaltire correttamente guanti e mascherine, una costante di questo periodo post emergenza da Covid-19, e a prendersi cura dell’area.