Manutenzione del verde sulle piste ciclopedonali

Manutenzione del verde sulle piste ciclopedonali attorno ai laghi di Varese e Comabbio

Manutenzione del verde sulle piste ciclopedonali

Durante il lockdown, che per due interi mesi ha fermato l’Italia, in molte aree della Penisola la natura ha ripreso i suoi spazi: gli animali selvatici hanno fatto capolino nei parchi delle città e le piante sono cresciute rigogliose ai margini delle strade.

Fenomeni che hanno permesso di rinnovare la riflessione circa l’impatto umano sull’ambiente: con la ripartenza, infatti, si sono moltiplicati ovunque gli appelli per limitare l’inquinamento negli spazi verdi.

Così è successo anche in due aree molto belle dal punto di vista naturalistico della Lombardia: il lago di Varese e quello di Comabbio.

Qui, la cooperativa sociale Naturcoop si occupa della manutenzione del verde e, con la ripresa delle attività post emergenza Covid-19, non solo si è rimessa in moto per rendere fruibili le piste ciclopedonali che circondano i due laghi, ma si è anche attivata per sensibilizzare turisti e cittadini riguardo l’importanza di mantenere l’ambiente pulito, in particolare evitando di gettare per terra bottiglie di plastica, guanti e mascherine: oggetti che, oltretutto, possono essere molto pericolosi per gli animali che popolano questi ecosistemi.

È proprio grazie al contributo di MedicAir, infatti, che Naturcoop potrà continuare a garantire una completa fruibilità delle piste ciclopedonali, occupandosi sia del taglio della vegetazione, dei prati e delle fronde cascanti (attività che, comunque, la cooperativa ha garantito anche durante i mesi di chiusura) sia di vigilare sulla buona educazione di chi le percorre. I 12 chilometri di pista che circondano il lago di Comabbio, per esempio, sono costantemente sorvegliati dagli addetti di Naturcoop, che girano su due monopattini, pronti a intervenire in caso di necessità.