Come abituarsi alla terapia ventilatoria CPAP

Come abituarsi alla terapia ventilatoria CPAP

Come abituarsi alla terapia ventilatoria CPAP

La sindrome delle apnee ostruttive del sonno (OSAS) è un disturbo di cui soffrono circa 6 milioni di italiani; uomini, per lo più, ma anche donne e bambini. Le cause delle apnee notturne possono essere molteplici, dal sovrappeso a disfunzioni anatomiche, fino a problemi cardiovascolari.

Come fare, allora, a diagnosticarle? Uno dei sintomi più comuni è il russare, un’irregolarità della respirazione durante il riposo che, a scapito di chi la considera un’attività normale, in realtà può rappresentare un serio campanello d’allarme. Le apnee ostruttive del sonno, infatti, possono dar luogo ad altri disturbi, anche gravi, come per esempio ictus e ischemie cerebrali, perché, non permettendo un corretto afflusso dell’aria ai polmoni durante la respirazione, provocano una scorretta ossigenazione del sangue. 

Una volta individuato il problema, tuttavia, esistono terapie efficaci per contrastarlo. Tra queste è inclusa la terapia ventilatoria CPAP, che funziona attraverso un dispositivo che eroga un flusso d’aria, collegato a una maschera da indossare sul viso. Le maschere possono essere di due tipi: nasale, che copre solo il naso, oppure oro-nasale, che copre sia naso che bocca. Entrambe hanno la funzione di garantire una costante pressione dell’aria, consentendo così al paziente di respirare regolarmente, senza che occorrano le interruzioni tipiche delle apnee notturne.

COME ABITUARSI ALLA CPAP

Dal momento che le apnee ostruttive del sonno si verificano durante le ore di riposo, occorre abituarsi all’idea di dormire con indosso una maschera. Per evitare ogni preoccupazione, è consigliabile mettere in pratica alcuni consigli utili. A cominciare dall’abitudine a utilizzare il dispositivo anche durante il giorno, magari in un momento di relax, come per esempio mentre si guarda la TV. 

Partendo dal presupposto che la CPAP, per apportare concreti benefici, deve essere utilizzata con costanza, è bene regolare l’apparecchio nel modo più confortevole, sistemando a seconda delle proprie esigenze la maschera o anche acquistando un apposito guanciale omologato per la CPAP. Se si avverte ostruzione nasale, inoltre, è opportuno ricorrere all’impiego di uno spray decongestionante, mentre per facilitare l’utilizzo dell’apparecchio e posizionare correttamente la maschera, qualora se ne abbia la possibilità, si può anche chiedere aiuto a un familiare.